Vai al contenuto

Come assemblare un PC: guida passo dopo passo

Se sei arrivato a leggere questo articolo significa che sei alle prese di un assemblaggio di un PC; hai comprato tutti i pezzi ma non sai da dove iniziare. Oppure, probabilmente, sei uno studente a cui serve sapere questo per passare un’interrogazione o un esame. Gli oppure possono essere infiniti, ma la risposta è una sola, ed è qui, in questo articolo, nel quale vi guiderò passo dopo passo al montaggio del vostro PC! Se leggi tutto attentamente e in ordine, senza saltare nulla, riuscirai a portare a compimento questo compito, perciò mettiti comodo e armati di pazienza. Iniziamo!

Precauzioni

Prima di mettere le mani sui componenti che faranno parte del PC, dobbiamo prendere alcune precauzioni per evitare che ci siano incidenti di natura elettrica, e per evitare di caricare il nostro corpo elettrostaticamente. Il nostro corpo è un ottimo conduttore di elettricità, per questo dobbiamo stare attenti quando lavoriamo con strumenti che possono avere al loro interno dei residui di elettricità.

Per prima cosa bisogna evitare di effettuare l’assemblaggio su tappeti, evitare di indossare indumenti di lana, ed evitare di toccare oggetti di metallo prima di iniziare l’assemblaggio. In ogni caso, durante l’assemblaggio cerca di non toccare le parti di contatto il più possibile. Suggerisco anche di indossare, durante la procedura, un braccialetto antistatico, e di eseguire tutto su un tappeto antistatico. Se non li avete potete acquistarli cliccando sui link qui sotto:

Bracciali Antistatici – Confezione da 3 – Bracciali Antistatici Riutilizzabili equiopaggiati con Cavo a Terra e Clip a Coccodrillo – Permettono di Mettersi a Terra quando si lavora con Elettronica Sensibile (Confezione da 3, 2x Nero + 1x Blu)

Minadax ESD – Tappetino antistatico blu, 60 x 80 cm. Blau 60x80cm

Questi strumenti vi consentiranno di lavorare in totale sicurezza.

Componenti

Per iniziare il nostro assemblaggio abbiamo bisogno di diversi componenti. Di seguito vi riporto una lista di tutti i componenti necessari, con un link per acquistare il modello che vi suggerisco:

Avremo bisogno anche di alcuni accessori, ovvero:

Stai attento ad acquistare i componenti in modo che siano tutti compatibili con la scheda madre che hai deciso di usare!!!

Questo è tutto il necessario per assemblare correttamente e completamente un PC. Una volta ottenuti tutti i componenti, possiamo iniziare ad assemblare il nostro PC.

Iniziamo dalla scheda madre

Per prima cosa prendi la scheda madre e appoggiala sul tappetino antistatico, in modo da effettuare l’installazione della CPU e della RAM.

CPU

Il prossimo passo è quello di prendere la CPU e cercare il triangolino presente in uno dei suoi quattro angoli (figura 1):

figura 1

Questo verrà allineato con il triangolo presente nella copertura del socket sulla scheda madre (figura 2):

figura 2

Non sempre il triangolino sulla copertura è uguale a quello della figura 2. Quindi, nel caso non lo fosse e non riesci a trovarlo, ti sarebbe utile sapere che nella maggior parte dei casi, tenendo la giuntura della copertura in alto, si trova sull’angolo in basso a sinistra.

Nel caso di configurazione INTEL, premi la leva di metallo spingendola leggermente di lato, e sollevala per alzare tutto il bracket. Prendi la CPU per i lati e appoggiala delicatamente all’interno del socket, facendo attenzione a non danneggiare nessun pin (i piedini dorati sotto la CPU).

Per essere sicuri di averla installata correttamente controlla che i due piccoli scansi siano allineati correttamente con le sporgenze presenti nel socket (figura 3):

figura 3

Una volta sicuri di questo, abbassa delicatamente la copertura e la leva di metallo per bloccare il tutto. La copertura di plastica dovrebbe saltare via in automatico.

Nel caso stessi montando una CPU AMD, la procedura è molto simile. Ti raccomando solo di prestare maggiore attenzione ai pin del processore, perché sono presenti direttamente su di esso, e quindi è più facile danneggiarli.

Dissipatore

Se hai un dissipatore ad aria, è il momento di prenderlo. Nel caso avessi un dissipatore ad acqua, meglio aspettare che la scheda madre sia all’interno del case.

Alcuni dissipatori hanno la pasta termica già applicata su di essi. Nel caso contrario applica un chicco di riso con la siringa di pasta termica al centro della CPU (figura 4):

figura 4

Ora posiziona il dissipatore sul socket della CPU allineando le quattro clip laterali con i quattro fori presenti sulla scheda madre. Ruota in senso orario i blocchi neri delle clip, e premi su tutti e quattro con un pattern a X, fino a quando non senti il click per ognuna delle quattro clip. Per sicurezza controlla nel retro della scheda madre che tutti siano montati correttamente.

Una volta assicurati che il dissipatore sia ben saldo sulla scheda madre, non ti resta che collegare la ventola. Se il cavo non dovesse raggiungere comodamente il connettore, cerca di fare il giro più comodo, evitando la possibilità che il filo vada a bloccare la ventola. A questo punto collega la ventola su “cpu fan” (figura 5).

figura 5

Nel caso dell’AMD, rimuovi innanzitutto le quattro viti che tengono i due supporti di plastica della scheda madre. A questo punto metti il backplate del dissipatore dietro la scheda madre, posiziona il dissipatore sopra la CPU e avvita le quattro viti. Una volta avvitate, collega la ventola come visto in precedenza.

RAM

A questo punto possiamo montare le RAM. La procedura è molto semplice: ci basterà controllare solo che il verso di inserimento sia corretto, e per farlo bisogna prestare attenzione allo scanso della RAM che sia allineata al pezzettino di plastica presente sull’alloggiamento (figura 6):

figura 6

A questo punto apri le clip laterali, premi il banco di RAM nel socket fino a quando non senti il click delle clip.

SSD M.2 / NVME

Se hai una SSD M.2 o NVME puoi montarla già ora sulla scheda madre. Posiziona il rialzo a distanza adeguata per la SSD, e inserisci questa nello slot, fissandola con la vite fornita in dotazione.

Assemblaggio nel CASE

Ora mettiamo da parte la scheda madre e prendiamo il case. Posiziona tutte le viti necessarie, fornite in dotazione, all’interno di un contenitore, in modo da non perderne neanche una.

Prima di tutto posiziona gli standoff (figura 7) nelle posizioni corrette. Per comodità posiziona la scheda madre all’interno del case per capire dove posizionarli.

figura 7: standoff

Adesso prendi la piastra di protezione input/output (figura 8) che si trova all’interno della scatola della scheda madre, e posizionala all’interno nella parte posteriore del case.

figura 8: piastra di protezione input/output

Per posizionarla nel verso corretto, tieni la serie di cerchi nella parte inferiore. Applica una leggera pressione su tutti i lati in modo da incastrarla correttamente.

Ora che il case è preparato, posiziona la scheda madre al suo interno facendo allineare input e output nella parte posteriore. Fissala con le viti fornite con il case e collega la ventola presente nella parte posteriore con il connettore fan più vicino.

Dissipatore a liquido

Come detto prima, nel caso avessi un dissipatore a liquido invece di quello ad aria, è arrivato il momento di installarlo. Qui il tipo di installazione varia da dissipatore a dissipatore, ma le cose principali che vi consiglio sono di fissare, prima di tutto, il radiatore con le ventole al case, e, in seguito, fissare la pompa sul socket della scheda madre.

Alimentatore

Adesso prendi l’alimentatore e, nel caso fosse modulare, collega già da ora tutti i cavi di cui avrai bisogno. Fai passare tutti i cavi nella parte posteriore in modo da far scorrere l’alimentatore all’interno del suo alloggio, rivolgendolo con la ventola verso il basso. Una volta sistemato, fissalo con le quattro viti nella parte posteriore.

SSD / HDD

Se hai una SSD o un HDD SATA invece della SSD M.2, posizionala ora nello slot di installazione disponibile nel case. Prendi i cavi SATA presenti nella scatola della scheda madre, e collegali a quest’ultima (figura 9).

figura 9

Il cavo può essere collegato in un solo verso, quindi controlla bene prima di effettuare pressione.

Scheda video

Passiamo ora al montaggio della scheda video.

Prima di tutto rimuovi i copri-slot posteriori del case, e posiziona la parte inferiore della scheda video sello slot PCI EXPRESS 16x (figura 10), effettuando pressione fino a quando non si sente un click.

figura 10: PCI EXPRESS 16x

Per essere sicuri che si tratti dello slot 16x, ti consiglio di utilizzare lo slot più alto. In ogni caso controlla sul libretto della scheda madre per controllare in quale slot inserirla. Infine fissa la scheda video con le viti.

Diamo alimentazione ai dispositivi

Ora tieni tutti i cavi per la parte posteriore. Prendi il connettore della CPU (figura 11) e fallo entrare nel case dal foro più vicino nella parte superiore della scheda madre.

figura 11: connettore CPU

Effettua la stessa procedura per il cavo di alimentazione della scheda madre (figura 12)

figura 12: cavo alimentazione scheda madre

scheda video (figura 13)

figura 13: cavo alimentazione scheda video

e eventuali SSD o HDD (figura 14).

figura 14: cavo alimentazione SSD/HDD (SATA)

È arrivato il momento di collegare i cavi presenti nel case.

Prendi i cavi di porte USB (figura 15) e falli uscire dai fori inferiori più comodi per raggiungere i rispettivi connettori. È difficile sbagliare il punto dove collegarli visto che genericamente sono marchiati.

figura 15: connettore porta USB (f_USB)

Il pin mancante ti aiuterà a capire il verso con il quale inserirlo.

Una volta collegati i connettori USB 2 e HD AUDIO, puoi procedere con il collegamento delle porte USB 3 (figura 16). Il connettore è leggermente diverso, ma è anch’esso segnato sulla scheda madre.

figura 16: connettore USB 3

Lo scanso presente sul connettore ti aiuterà a capire il verso con il quale inserirlo.

Ora è arrivata la parte che la maggior parte delle persone teme di più, cioè il collegamento degli ultimi quattro cavi.

Cerca sulla scheda madre i pin segnati come JFP1 (figura 17), dove in genere è stampato sulla scheda madre il corretto collegamento.

figura 17: pin JFP1

Inserisci il connettore POWER SW sui due pin in alto a destra (PW). In seguito prendi POWER LED e collegalo sui pin in alto a sinistra (PLED) con il cavo segnato con il simbolo + verso l’esterno. Ripeti la stessa procedura con il cavo HD LED sui due pin inferiori a POWER LED (HD), e infine collega quello per il RESET sotto i pin inferiori a POWER SW (RES).

Abbiamo quasi finito

Ora fissa i cavi nella parte inferiore del case e chiudi tutto. Collega l’alimentazione, il monitor e le periferiche, e sposta la levetta dell’alimentazione su ON.

Ora inserisci la chiavetta USB con il sistema operativo e premi il tasto di accensione. Se hai eseguito tutti i passaggi correttamente, avrai il tuo PC acceso. Quindi non ti resta altro che installare il sistema operativo. Se non ne hai uno, puoi acquistarlo o scaricarlo dai rispettivi siti (Windows, UBUNTU, Kali Linux, ecc..). Se, nel caso di Windows, non vuoi acquistarlo, puoi scaricare qualche crack che ti permetterà di far funzionare il sistema operativo anche senza licenza……………….. ma questo non dovevo dirlo……………… fai finta di niente…………’:D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *